Quanta acqua per i nostri bambini?

Quanta acqua per i nostri bambini?

di CLAUDIA STORCE’, nutrizionista

La corretta idratazione anche per i più piccoli è un importante fattore di benessere, ma spesso facciamo fatica a capire se i nostri figli bevono acqua a sufficienza. Ci sono da considerare vari aspetti, come l’età, il sesso, la loro attività fisica, se vivono in un ambiente troppo caldo e secco e fare distinzione tra la stagione invernale e quella estiva. Dal primo anno di vita agli 11 anni, per i bambini il fabbisogno medio parte dai 1000 ml di acqua fino ai 1800 al giorno, per arrivare ai circa 2000/2500 ml all’età di 17 anni. Considerando la minore percezione del senso di sete, i bambini devono essere esortati a bere poco e spesso, circa 150 ml di acqua ogni 20 minuti. Attenzione alla temperatura, che non dovrà essere mai troppo bassa per evitare rischi di disturbi gastrointestinali! La corretta idratazione è dunque molto importante sia per gli adulti che per i bambini e rappresenta una delle prime regole di corretta alimentazione. Altra importante questione è la tipologia di acqua da scegliere per il consumo quotidiano: c’è chi beve quella del rubinetto di casa, chi la acquista in bottiglie di PET, chi la preferisce naturale, chi leggermente frizzante o frizzantissima! Ebbene esistono in verità molte tipologie di acque che si distinguono per il contenuto in minerali e che, per questo motivo, possono avere proprietà diverse. Mentre non ha particolare influenza sul nostro stato di salute il fatto di essere addizionata o meno di anidride carbonica, visto che l’acqua è un alimento credo che la scelta migliore sia quella di un’acqua oligominerale, ovvero con un residuo fisso a 180°C (valore che si può evincere facilmente dalle etichette delle acque imbottigliate) inferiore 500 mg/lt.

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *