Arrivano i giorni della Merla…la storia da cui prendono il nome!

Arrivano i giorni della Merla…la storia da cui prendono il nome!

Gennaio Porta Gelo e Nevicate” ecco che arrivano i GIORNI DELLA MERLA.

i giorni della merlaLa tradizione di questa credenza affonda radici, come la maggior parte dei detti, da diverse leggende e storie disseminate qua e là nello stivale; sebbene ci siano molte versioni l’unico punto in accordo è dato dai giorni in cui ricadono ovvero il 29/30/31 Gennaio.

Sappiate subito che devo sfatare il mito dei giorni più freddi dell’anno, infatti climatologicamente i giorni più freddi cadono a metà mese (tra il 10 e il 15 più o meno) e studiando le temperature degli ultimi anni a gennaio non abbiamo queste temperature così rigide, MAAAAA a me, spero anche a voi, piace seguire queste vecchie dicerie/tradizioni popolari perchè è un retaggio da salvare (questa cosa già ve l’avevo detta per le Calende ! Salvaguardiamo tradizioni, modi di dire, antichi riti e vecchi consigli fanno parte del nostro essere OGGI!), quindi eccomi qui a parlarvene!

Ci sono diverse leggende che orbitano intorno ai Giorni della Merla, la più conosciuta parla di un merlo, che differentemente da adesso aveva il piumaggio bianco e il becco giallo, volava per andare in ricerca di cibo ma era freddissimo e quindi si posò su un comignolo fumante per scaldarsi, rimase li per tre giorni, quando poi gennaio finì e arrivò febbraio al primo raggio di sole il merlo si levò in volo ma la fuliggine aveva fatto diventare nere le sue piume e da allora il merlo è nero.

Quando il merlo era tutto bianco con il becco gialloQuando il merlo era tutto bianco con il becco giallo
“Che il vostro colore rimanga da monito! “non si scherza con le stagioni!

Altra versione di questa storia è ambientata quando Gennaio aveva solo 28 giorni, i merli  avevano sempre paura di questo mese a causa delle sue rigide temperature che gli impedivano di procurasi il cibo, un inverno una famigliola di merli si organizzò nel su nido al riparo dal freddo con una scorta di cibo che gli permise di sopravvivere senza uscire fino alla fine del mese. Al ventottesimo giorno il Merlo uscì e iniziò a sbeffeggiare Gennaio il quale si offese moltissimo e andò dal fratello

Febbraio che aveva 31 giorni e gliene chiese tre in prestito. Arrabbiato e risentito Gennaio raccolse tutte le sue forze e scatenò una terribile tempesta che durò appunto tre giorni, il 29-30 e 31, i merli trovarono riparo dalla rigidità delle temperature nei camini delle case.

I giorni della merla

Finiti i tre giorni di tempesta i merli si guardarono e si accorsero che qualcosa era cambiato, il loro becco era giallo come sempre ma le loro piume nere come il carbone e così rimasero per sempre e non offesero più il temibile Gennaio che li ammonì dicendo che con il clima e la natura non si scherza e andava portato rispetto e il loro colore,ormai Nero, sarebbe servito come monito a tutti per sempre.

Infine meno conosciuta leggenda riguarda un Generale che si chiamava Merlo (Le MERLE) che nel 1500 doveva attraversare il fiume Pò con un carro armato e ci riuscì perchè era gelato.

Sicuramente esisteranno altre versioni sull’origine dei giorni della merla, e sarei veramente contenta se voi le voleste condividere con me!

Sono sicura che i bambini apprezzeranno questa simpatica storiella che già ho raccontato alla mia Sofy e  ho anche trovato una bella filastrocca da stampare e rileggere con lei! Eccola qua…

Una leggenda raccontata in rima da Federico Ciancone… www.favolefantasia.com

I-giorni-della-merla_-Fede-Ciancone favolefantasia

Ora non ci resta che aspettare i famosi GIORNI DELLA MERLA  che abbiamo scoperto dovrebbero essere i più freddi dell’anno… tenete a mente questo SE durante i giorni della merla fa FREDDO avremo una primavera bella SE durante i giorni della merla fa CALDO avremo una primavera brutta, quindi tifiamo per il freddo e il gelo perchè io scalpito, e ho bisogno di sole tepore e soprattutto della bellissima primavera  con i suoi toni pastello il suo inconfondibile profumo, le piante che si svegliano e i fiori che sbocciano!

Per saperne di più vai sul blog Verdiecontenti

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *